Dalla società fordista alla società digitale

Curatore: Nunziante Mastrolia
Editore: Licosia
Collana: Eleatiche
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 1 gennaio 2019
Pagine: Brossura

EAN: 9788899796884

Descrizione

Una grossa parte dei mali (sociali, economici e politici), di cui sono affetti i paesi occidentali, è dovuta al fatto che le nostre società si sono divise in due. Una piccola parte di esse è riuscita a compiere il passaggio da una società fordista, che produce ormai beni e servizi ritenuti disfunzionali rispetto ai nuovi valori dominanti (sostenibilità ambientale, personalizzazione, immaterialità, creatività) a una società digitale, dove a contare sarà la capacità di combinare creatività e intelligenza artificiale. Al contrario, la maggioranza della società continua a vivere in quel mondo fordista senza avere gli strumenti e le conoscenze per poter fare il salto dal vecchio mondo al nuovo mondo. Di qui l’angoscia e la paura con cui le masse occidentali guardano al futuro. La causa di tale frattura sociale è dovuta al mancato ammodernamento dello Stato Sociale (che è lo strumento istituzionale necessario a portare avanti chi è rimasto indietro) e quindi alla mancata garanzia di diritti sociali funzionali alla nuova era digitale. Nasce di qui la necessità di immaginare modi nuovi per far sì che la maggioranza dei cittadini acquisisca gli strumenti e le conoscenze per poter vivere e lavorare nella nuova era digitale che è alle porte, perché non vi può essere prosperità là dove i più stanno male.