SOCIOLOGIA & DIRITTI

La collana, diretta dalla prof. ssa Laura Guercio e dalla prof. ssa Marta Bordignon, intende sviluppare un progetto di analisi e studio di una prospettiva innovativa  dei diritti umani che si ponga come alternativa alla rigida contrapposizione tra la teoria del relativismo e la teoria dell’universalismo.
La ricerca è volta a comprendere se e quanto i principi dei diritti umani possano ammettere diverse declinazioni contestuali, sia pure nel rispetto della inviolabilità degli stessi principi.
Ciò significa respingere, come unica alternativa, la sfida tra relativismo e universalismo, per invece sviluppare un modello basato sulla dialettica dei due diversi approcci: è attraverso tale dialettica che è ipotizzabile lo sviluppo di una nozione di universalismo formale che viene sostanzialmente arricchito e indirizzato dall’autenticità delle esemplarità locali, caratterizzate da specifiche società e culture. L’universalismo pluralistico mantiene così i criteri di filtraggio formali per reinterpretare, da una parte, il pluralismo sociale e culturale in cui tali criteri devono affermarsi, ma nel contempo per  conferire a questi ultimi fissità e validità sostanziale.
In una società quale quella attuale, è possibile addivenire alla affermazione di questo nuovo approccio?
Quali sono gli strumenti sviluppare  tale risultato?
Il progetto, oggetto della presente collana, intende rispondere a tale domande.

DIREZIONE

Laura Guercio is a lawyer at a firm in Genoa and Rome (Italy) and also have experience in other jurisdictions (such as Great Britain/Republic of Ireland). Guercio completed her doctoral studies in political science with co-supervisors at the University of Genoa and Trinity College Dublin (on the topic of ‘Women’s Rights in the Constitutional Reforms in the Mena Area after the Arab Spring’). She also has a masters in ‘National, European and International Jurisdictions’ from SIOI-University of Rome Tor Vergata-Universiy of Camerino. Currently she is a Professor at the University of Perugia and Secretary General of the Inter-Ministerial Committee for Human Rights at the Italian Ministry of Foreign Affairs. In addition, she is an Italian Agent at the Management Board of the European Fundamental Rights Agency and assistant lawyer before the International Criminal Court. Since 2010 she has been a Senior Researcher in EU and in international projects in the Mena area with the support of Italian Ministry of Foreign Affairs.

-Laurea in Giurisprudenza (110/110 cum laude);  Laurea in Scienze Politiche.(110/110 cum laude); Dottorato in Scienze Sociali, Università di Genova-Trinity College Dublin; Master  in “Giurisdizioni nazionali, europea a internazionale “,  SIOI-Università di Rome Tor Vergata-Università di Camerino. Diploma di specializzazione  in “Protezione Internazionale dei Rifugiati. Diritti Umani e Legge Umanitaria “, presso la Facoltà di Scienze Politiche Università di Roma “La Sapienza”, sotto il patrocinio delle United Nations High Commission for Refugees and the Italian Council for Refugees. Diploma di specializzazione in “Protezione Internazionale dei diritti fondamentali”, presso la Facultà Scienze Politiche, Università di Roma “La Sapienza”. Segretario Generale del Comitato Interministeriale per i diritti Umani presso il Ministero Affari Esteri Italiano. Italian Agent del Management Board della European Fundamental Rights Agency in Vienna. Membro del Consiglio del European Law Institute  in Vienna

Esperta OSCE  Moscow System. Avvocato con studio legale in Genova e Roma e con esperienza in alter giurisdizioni  (Gran Bretagna/Irlanda). Avvocato ammessa nelle liste dei difensori presso la Corte penale internazionale de l’Aja. Professore con contratto presso l’Università di Perugia. Dal  2010, Consulente legale in progetti internazionali svolti nell’area MENA e in Africa con il supporto del MInistero Affari Esteri italiano e EU. Esperta legale  in progetti di sviluppo del sistema giudiziario nell’area Balcanica (Kosovo) e in Medio Oriente (Iran); —esperta in Progetti europei quali  “ALL INCLUSIVE – Disability and Migration Barrier Free Interculturally Model in organization”, sviluppato da Lenshilfe, EASPD and Ibis; European Project Equaljus, “EU’s Fundamental Rights and Citizenship Programme” Equaljus ; “Io sono, Io lavoro”,  Ministero del lavoro.

Marta Bordigon, dottore di ricerca in diritto pubblico internazionale presso l’Università di Roma “Tor Vergata”, con una tesi sull’implementazione da parte degli Stati – in particolare Italia, Regno Unito e Spagna – e dell’Unione Europea dei Principi Guida ONU in materia di Impresa e Diritti Umani. Co-fondatrice e Presidente da maggio 2018 dell’Associazione Human Rights International Corner (HRIC – www.humanrightsic.com). Assistente di ricerca presso l’Università di Siviglia (Spagna) e membro dell’Osservatorio spagnolo  Diritti Umani e Imprese. Membro del Comitato di Coordinamento del Gruppo di Interesse “International Business and Human Rights” della Società Europea di Diritto Internazionale (ESIL). Professore di Politica Europea Contemporanea presso la Temple University, Campus di Roma.

Dr. Bordignon holds a MA in International Relations and a BA in Political Science at “LUISS Guido Carli” University, Rome. She is Research Assistant at the University of Seville (Spain) and member of the Spanish Observatory on Human Rights and Business. She is even member of the Coordinating Committee of the Interest Group on International Business and Human Rights of the European Society of International Law (ESIL). In addition to teaching, she is co-founder of the association “Human Rights International Corner – HRIC ETS” (www.humanrightsic.com), of which she has been appointed President in May 2018. She authored many research papers and articles on international relations, business and human rights, transition studies and development cooperation.

COMITATO SCIENTIFICO

Cristian Carletti, Università degli Studi di Roma Tre

Uliano Conti, Università degli Studi di Perugia

Valentina Grassi, Università Parthenope di Napoli

Giada Lepore, Human Rights International Corner

Carmen Marquez Carrasquo, Università di Siviglia

Roja Fazaeli, Trinity College di Dublino