CABIRIA

 

 

È la collana di ricerca nelle scienze psicosociali  diretta da  ALESSADRO AMADORI

Se il diciannovesimo e il ventesimo secolo hanno visto un formidabile sviluppo delle scienze fisiche, il ventunesimo secolo sarà, con molta probabilità, il secolo dello sviluppo delle scienze dell’uomo. Da un lato, la moderna neuropsicologia sta schiudendo nuovi orizzonti di conoscenza e di comprensione del funzionamento del cervello umano come “organo della mente”. Dall’altro, l’evoluzione dell’informatica e dell’intelligenza artificiale ci sta portando a una sempre maggiore capacità di simulare i processi della mente. Dunque, sia dal lato “corpo” che da quello “mente”, siamo all’inizio di una vera e propria rivoluzione neuropsicologica. Dal suo lato, con la crescita del Web, dei Social Media e dei connessi comportamenti sia di fruizione che di produzione di contenuti, tanto la sociologia che l’antropologia si trovano di fronte a nuovi territori da esplorare, e a nuove metodologie per farlo (basti pernsare al buzz monitoring e alla netnografia).

Questa collana, Cabiria, vuole rendere disponibili ai “curiosi di sapere” i più recenti sviluppi nelle scienze dell’uomo, dalle neuroscienze alla sociologia, passando per le scienze narrative (storytelling) e la semiotica. Si propone dunque come una collana per la pubblicazione di studi e ricerche di frontiera sia dal punto di vista degli argomenti e dei contenuti sia da quello dei metodi e delle tecniche. La società, e gli individui e i gruppi che la compongono, sono in profonda trasformazione. Sappiamo che mondo stiamo lasciano, ma non sappiamo verso che mondo esattamente ci stiamo avviando. Cabiria, con i suoi testi scelti appositamente per il loro approccio di frontiera alla ricerca psicosociale, vuole accompagnarci e aiutarci in questo viaggio affascinante.

 

Alessandro Amadori si è laureato in psicologia sperimentale a Padova e ha conseguito un dottorato di ricerca in processi cognitivi superiori. Lavora dal 1989 nel campo della ricerca di mercato, sociale e d’opinione. È vice presidente di Istituto Piepoli. Insegna presso l’università di Padova e alla Cattolica di Milano. E’ stato uno dei primi studiosi in Italia ad applicare l’analisi semiotica e la psicologia del profondo alla comprensione delle dinamiche politico-elettorali.

 

I volumi della Collana sono sottoposti ad un sistema di double blind referee