Dalla società fordista alla società digitale

Curatore: Nunziante Mastrolia
Editore: Licosia
Collana: Eleatiche
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 1 gennaio 2019
Pagine: Brossura

EAN: 9788899796884

Nemmeno gli struzzi lo fanno più. Vivere bene con l’Intelligenza Artificiale

Editore: Licosia
Collana: Il lavoro è cambiato. Cambiamo le regole
Anno edizione: 2019
Pagine: 328 p., Brossura

 

Il socialismo liberale di Bettino Craxi

Editore: Licosia
Collana: Socialismo XXII
Anno prima edizione: 2015
Anno seconda edizione: 2020
In commercio dal: 1 gennaio 2015
Pagine: 444 p., Rilegato

EAN: 9788894129106

Psicologia dell’animo oscuro

Editore: Licosia
Collana: Criminologia e criminalistica
Anno edizione: 2019
Pagine: 268 p., Brossura

EAN: 9788899796945

Dall’impuro al peccaminoso

Editore: Licosia
Collana: Politica storia e società
Anno edizione: 2018
Pagine: 382 p., Brossura

EAN: 9788899796778

Il futuro del lavoro spiegato a mia figlia

Editore: Licosia
Anno edizione: 2018
Pagine: 116 p., Brossura

EAN: 9788899796754

Una bambina di dieci anni, la sua curiosità verso un mondo che vede lontano ma che, al tempo stesso, la attrae fortemente: il lavoro.
Un mondo che spesso per i bambini e le bambine è sinonimo di gioco: si gioca a fare i dottori e le dottoresse, a fare gli scienziati e le scienziate, i poliziotti e le poliziotte, i cuochi e le cuoche.
Un gioco che, in questo libro, evolve e lascia spazio a domande, conversazioni, dubbi, spiegazioni, commenti spesso divertenti, a volte sorprendenti.
La blockchain diventa un Lego, così come la cartolibreria aperta di recente davanti scuola… diventa una start-up, o quasi.
Questo è il proposito de “Il futuro del lavoro spiegato a mia figlia”: non tanto e non solo chiederci che mestiere faranno i nostri figli tra dieci anni ma anche e soprattutto cominciare a ragionare insieme a loro su un mondo del lavoro che, nel prossimo futuro, cambierà a un ritmo sempre più vorticoso.

Il pensiero politico di Rousseau

Editore: Licosia
Collana: Filosofia & sociologia
Anno edizione: 2018
Pagine: 294 p., Brossura

EAN: 9788899796761

Di professione sono un giurista. Ho incontrato il pensiero di Rousseau nei miei studi sull’eguaglianza. Mi ha aiutato a comprendere come l’eguaglianza non sia uno dei limiti del potere, una delle molte garanzie a tutela di chi al potere è soggetto, ma quasi architrave di una democrazia, principio di struttura che ne condiziona l’esistenza.

Mi sono poi appassionato alla sua prosa, ai suoi paradossi, al suo sforzo di collocare le istituzioni politiche nella effettiva vita dell’uomo. Rousseau è divenuto così un interlocutore abituale tutte le volte che ho cercato di trascendere, anche nel silenzio dei miei studi, i problemi strettamente interpretativi e mi sono interrogato sul senso, sul valore, sui limiti di “tenuta” di una democrazia, oltre che sulle regole essenziali del suo funzionamento. Non sempre ho condiviso tutto quel che il nostro autore sostiene ma sempre ho trovato nel suo pensiero i punti di orientamento, le idee-limite necessarie ad una valutazione del “quotidiano” che voglia essere scientificamente rigorosa.

È nato così il mio desiderio di impegnarmi nella ricostruzione di una parte non secondaria del pensiero rousseauviano che è quella, appunto, politica e istituzionale. Cui, del resto, più volte mi sono già cimentato in questi anni mediante contributi di cui darò conto. Ma, forse, è ora giunto il momento di “tirare le somme” con un contributo che voglia essere sul punto se non esaustivo almeno completo.

Augusto Cerri

Il primato del politico

Leggere il grande libro dell’umana avventura come una successione di modi di produzione è senz’altro molto istruttivo, ma a condizione che si tenga costantemente presente che essi non hanno una storia autonoma; il loro sviluppo è strettamente legato alle forme di dominio: queste sono le variabili decisive, quelle dalle quali dipende la specifica organizzazione, storicamente determinata, della produzione e riproduzione della vita materiale.

I difensori dell’Occidente

“Questo libro è una miniera” (ANGIOLO BANDINELLI)

“I filosofi, i politici e gli scrittori del Novecento che negli anni più bui della civiltà euro-atlantica hanno difeso contro i totalitarismi del ‘secolo breve’ – comunismo e fascismo – i valori della libertà politica e dell’umana dignità” (DINO CONFRANCESCO)

“Galleria di personalità variamente controcorrente, di intellettuali ( e non solo) variamente ‘inorganici’ – e proprio per questo, scomodi – che, anzitutto, riscattano fortemente il Novecento dalle etichettature (giustificate, ma riduttive) di secolo dei totalitarismi e dei genocidi di massa” (FABRIZIO FEDERICI)

 

Il vangelo socialista

“Il carattere autoritario di ciò che viene chiamato il «socialismo reale o maturo» non è una deviazione rispetto alla dottrina, una degenerazione frutto di una data somma di errori, bensì la concretizzazione delle implicazioni logiche dell’impostazione rigidamente collettivistica originariamente adottata” (Bettino Craxi)

Editore: Licosia
Anno edizione: 2016
Pagine: 224 p.

EAN: 9788899796082

Campo 360 Ndarugu

Editore: Licosia
Collana: Culture aperte
Anno edizione: 2019
Pagine: 152 p., Brossura

EAN: 9788899796716

Tutta questione di benessere

Editore: Licosia
Anno edizione: 2019
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 176 p., Brossura

EAN: 9788899796709