Nel 1875 il prefetto di Girgenti Giuseppe Rossi, futuro capo della divisione di PS al ministero dell’interno, dichiara ai commissari parlamentari recatisi in Sicilia per studiarne i mali: 

“Io non sono un individuo che creda che la maffia sia un’istituzione col suo tribunale misterioso, no, ma sventuratamente io la chiamerei la cavalleria del delitto; sono individui i quali cercano colla forza di imporsi sia per ottenere uno scopo determinato, sia per arricchirsi, non è un’associazione nel vero senso della parola, ma sono alcuni i quali si propongono insieme di punire colla morte chiunque rivelasse un reato da loro commesso”.  

 Era davvero solo questo la mafia? 

 

Diego Scarabelli ha conseguito un PhD in Studi Italiani presso lo University College London (UCL) durante il quale è stato visiting assistant researcher alla Yale University. Ha pubblicato Il sistema (Aracne, 2016), La penetrazione delle mafie italiane nell’economia dell’Unione Europea nel quarto volume dell’Atlante delle mafie curato da Enzo Ciconte, Francesco Forgione e Isaia Sales (2016) e Lotta alla mafia siciliana (HUP, 2015).